Articolo “Italia informa” – “La via della seta: rischio o opportunità” di Massimiliano Lombardo

L’INTERVENTO

di Massimiliano Lombardo

La via della seta: rischio o opportunità?

Chissà se Marco Polo avrebbe immaginato che circa sette secoli dopo il suo avventuroso viaggio verso il Catai, spinto dalla ricerca di aprire nuove rotte commerciali per Venezia, il percorso sarebbe  stato intrapreso a ritroso, e con i medesimi obiettivi, dal più autorevole rappresentante del moderno impero cinese. La storia di quella rotta, terrestre, marittima e fluviale, che alla fine del 1800 fu chiamata “via della seta”, affonda le radici in un passato ben più lontano, oltre 2000 anni fa, costituendo il percorso – bidirezionale, va detto – di scambio di merci, cultura e informazioni tra l’impero romano e quello cinese. Gli storici affermano che questi scambi commerciali e culturali furono importanti sia per lo sviluppo e il fiorire delle antiche civiltà dell’epoca (ne furono interessate non solo Roma e la Cina, i due terminali, ma anche l’Egitto, l’India e le altre civiltà di transito), sia per la trasmissione di conoscenze fino all’era medievale e moderna.

continua a leggere, cliccando qui: Italia informa_La via della seta, rischio o opportunità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *